La Fontana di Porta Cavalleggeri

testo e foto  di Riccardo Zavatta

 

Passando per il Largo di Porta Cavalleggeri non si può non notare la particolare fontana collocata all'angolo con Via del Santo Uffizio. Sono numerosi i viandanti che si fermano per bere l’acqua che sgorga dalle bocche laterali: la fontana è collocata in prossimità di una fermata di autobus di solito molto affollata.

La fontana  risale al 1565 e fu realizzata su ordine di Papa Pio IV (Medici di Marignano) per uso della sua guardia a cavallo, i Cavalleggeri da cui la zona prende il nome.  Successivamente fu restaurata, nel 1713, sotto il pontificato di Clemente XI (Albani). In alto sono presenti due lapidi che ricordano queste importanti date.  Un delle incisioni riporta la seguente frase: "Pio IV Pontefice Massimo per utilità pubblica e comodità dei soldati di guardia anno 1565"…

La fontana è costituita da un elegante sarcofago romano strigliato, poggiato su due basamenti marmorei. L’acqua affluisce nella elegante vasca da una protome leonina posta al centro e da due bocchette laterali.  Si tratta del tipico esempio di beveratore, ossia di fontana costruita per far abbeverare i cavalli, il principale mezzo di locomozione delle epoche passate.

L'acqua erogata dalla fontana è quella dell' Acqua Marcia.


Roma,
3 Agosto  2003

 

 

 

clicca per ingrandire

  La Fontana (vista frontale)

 

clicca per ingrandire

  La Fontana (vista laterale)

 

 

VIATORIS.IT -  Tutti i diritti riservati

Sito amatoriale e non di carattere giornalistico