LA FONTANA DEL MASCHERONE

testo e foto  di Riccardo Zavatta

 

La fontana del Mascherone è ubicata in Via Giulia, all'altezza dei giardini di Palazzo Farnese. Si tratta di una fontana costruita non per ornamento ma per uso pubblico. La sua realizzazione risale al 1570 con l'arrivo nella zona dell'Acqua Paola. I Farnese finanziarono quest'opera essendosi impegnati fin dalla costruzione delle due belle fontane (del Rainaldi) che ornano la loro Piazza, antistante l'omonimo Palazzo.

Sia la vasca di raccolta dell'acqua (in granito), che il faccione (in marmo) dalla cui bocca sgorga l'acqua, sono di epoca romana. La provenienza è da una delle tante terme capitoline. La fontana è incorniciata in una sorta di edicola sormontata dallo stemma dei Farnese (il giglio).

Il Mascherone sembra quasi avere l'intenzione di sputare fuori dalla sua bocca tutta l'acqua del sottostante Tevere. La sua espressione distesa regala ai passanti un attimo di tranquillità, stendendo quasi un velo sul caos quotidiano della Roma dei nostri giorni.

Un episodio dei tempi passati vide protagonista la nostra fontana. Nel 1720, quando Marcantonio Zondadari fu eletto 65° Maestro dell'Ordine di Malta, Via Giulia diventò teatro di una serata di Gran Gala. Alla festa, organizzata e finanziata dallo stesso Zondandari era presente tutta la nobiltà romana. La fontana del Mascherone gettò vino al posto dell'acqua per molte ore di seguito. La serata si concluse sotto le luci dei caratteristici "padelloni" (lumi ad olio) e dei fuochi artificiali.

Questo stravagante episodio, divenuto leggendario, ha fatto entrare ancora di più questa bella fontana nel cuore dei romani. Non vi rimane che approfittare di una delle belle giornate di sole che la capitale ci regala per andare a vederla dal vivo!

 

 

 

 


Roma,
29 Novembre  2003

 

clicca per ingrandire

  La Fontana (vista frontale)

clicca per ingrandire

  La Fontana in notturna (vista laterale)

clicca per ingrandire

 Particolare del Mascherone

 

 

VIATORIS.IT -  Tutti i diritti riservati

Sito amatoriale e non di carattere giornalistico